Quanto costano i pavimenti in resina? I prezzi al metro quadro

23
views
Pavimenti in resina: costi e prezzi al metro quadro

La tua casa ha bisogno di pavimentazione e il tuo progettista di fiducia ti ha consigliato i pavimenti in resina? L’idea è buona perché conciliano praticità, sostenibilità, convenienza economica ed estetica. Ma prima di dare l’ok all’impresa esecutrice dei lavori sarà utile avere qualche informazione chiara su quanto costano i pavimenti in resina, soprattutto i prezzi del materiale e i costi al metro quadro. I pavimenti in resina sono diversi da quelli tradizionali: ecco le informazioni utili per valutare la spesa in termini di tempo e denaro.

Quanto costano i pavimenti in resina: il risparmio di tempo

Se non hai ancora affrontato nel dettagli l’argomento con il tuo progettista o stai cercando notizie per procedere da solo all’acquisto dei pavimenti per la tua casa, sappi che la scelta di pavimenti in resina rappresenta innanzitutto un notevole risparmio di tempo. Con i pavimenti in resina infatti, non è necessario passare ore ed ore a consultare cataloghi alla ricerca delle diverse tipologie di pavimento per ogni ambiente della casa.

La stessa resina può essere posata sia ambienti interni, sia esterni, nelle cucine e nei bagni, in soggiorno o nelle camere dei bambini vivaci, perché igienica e resistente a urti e abrasioni. Infine offrono la soluzione ideale nei negozi, negli uffici, nelle discoteche, nei locali di esposizione e in tutte quegli ambienti dove è frequente il via vai di mezzi carrabili ed è necessario un pavimento resistente al fuoco secondo le norme di legge.

Quanto costano i pavimenti in resina

I costi dei migliori pavimenti in resina

In commercio esistono molte proposte di pavimenti e rivestimenti in resina, che si diversificano per tre fattori essenziali: la tecnica di posa, la possibilità di trattamenti estetici e il costo del materiale. Riguardo alla prima, i costi maggiori sono per un pavimento in resina che abbia estrema rapidità di indurimento e sia auto-livellante.

Riguardo l’estetica, i pavimenti in resina meno costosi hanno colorazioni delle miscele già stabilite dal produttore e non presentano la possibilità di personalizzazioni; per questo il loro costo si aggira sui 40- 60 Euro al metro quadro. I più costosi sono quindi senz’altro i pavimenti in resina decorabili. I migliori pavimenti in resina risultano più costosi anche in base ai trattamenti di protezione aggiuntivi e alla posa, se la stessa prevede la realizzazione di effetti particolari.

Il costo dei migliori pavimenti in resina, in base alle caratteristiche suddette, si aggira intorno ai 120 – 150 Euro al metro quadro, che con l’aggiunta di immagini appositamente realizzate può arrivare anche a 1000 Euro al metro quadro.
I migliori pavimenti in resina

Pavimenti in resina: i costi del materiale

Il pavimento in resina in origine si presenta come una miscela liquida di consistenza viscosa. Essa può essere a due o più componenti che vengono poi unite a specifici indurenti per ottenere l’essiccazione del rivestimento, diventando così una superficie rigida che funge anche da protezione. Aggiungendo alla miscela liquida polveri, pigmenti o inerti, naturali o artificiali, il pavimento in resina può essere personalizzato con decorazioni.

Tutti questi materiali vengono prodotti dalle aziende che si occupano di prodotti chimici per l’edilizia e venduti dalle stesse o nei negozi specializzati del settore, in due parti e cioè la resina epossidica e l’indurente, da miscelare insieme al momento della posa. Unitamente alla miscela per la formazione del pavimento, le stesse aziende producono il primer per migliorare l’aderenza alla base di sottofondo, nel caso il pavimento venga posato su un supporto di ceramica, vetro, marmo o legno già esistente.

Nel caso tu stia pensando ad una posa “fai da te” di seguito riporto i costi di alcuni materiali necessari per la realizzazione di una pavimentazione in resina di media qualità. Ti ricordo che l’applicazione “fai da te” è conveniente solo in caso di superfici piccole.

MATERIALECOSTO al metro quadro
Resina bicomponente colorata3 -5 EURO
Resina bicomponente lucidante1,5 -2 EURO
Resina ad Acqua per pavimento industriale30 - 60 EURO
Resina autolivellante traparente4 - 6 EURO
Primer in stucco di resina per riparare la base di posa0, 6 - 1 EURO
Preparazione base per aderenza pavimento1,5 - 1,8 EURO
Pigmenti luminescenti (glitter) azzurri2,5 - 4 EURO
Impermeabilizzante poliuretanico bianco15 - 20 EURO

I prezzi e i costi al metro quadro

La posa realizzata da un’ Impresa Edile prevede il ciclo completo di lavorazione a partire dal trattamento del supporto, fino alla protezione speciale della superficie dopo l’indurimento. In questo caso l’Impresa si occuperà anche dell’acquisto dei prodotti, su indicazioni del progettista e nel rispetto del tuo budget di spesa.

Ogni fase di posa avrà un costo: per gli ambienti interni si sceglierà la miscela adatta al supporto di base, che può essere un pavimento in piastrelle di ceramica o un parquet, da cui vanno eliminate tutte le tracce di polvere, olio e grassi. In base allo stato del supporto verrà steso il primer, almeno 12 ore prima della preparazione del sottofondo al pavimento. Il supporto sarà compianato e riparato delle piccole fessure ed eventuali asperità presenti con una o più mani di base trattante.

Se il supporto è un massetto in cemento, richiederà l’apposizione di un’armatura in fibra di vetro per migliorare la resistenza della resina alla flesso-trazione ed evitare fessurazioni dopo l’essiccamento. Dopo la preparazione del supporto sottostante il pavimento in resina, si procede a miscelare la resina epossidica e l’induritore. Si ottiene così una rivestimento a basso spessore applicabile esattamente come una vernice. Con l’aggiunta degli inerti all’impasto ottenuto in precedenza, si ottiene un rivestimento a spessore, che si stende con una spatola dentata a 6 mm, fino ad ottenere una superficie regolare. Si passa infine più volte il rullo frangi-bolle per eliminare l’aria in eccesso.

Le varie fasi di posa corrispondono ad un tempo di lavorazione pari a  6 giorni per un pavimento a basso spessore (3 millimetri), che può aumentare a due settimane per un pavimento multistrato. Considerando che la mano d’opera ha un costo medio di 25 Euro orari, e che la giornata lavorativa è di 8 ore, è semplice calcolare in linea di massima il costo della posa, escludendo il materiale e le decorazioni aggiuntive, sulla base dei metri quadrati da coprire.

Costi dei trattamenti del pavimento in resina

I vari trattamenti per migliorare ulteriormente la tenuta ad alcuni agenti e sollecitazioni hanno ciascuno costi aggiuntivi. E’ il caso del trattamento impermeabilizzante, adatto ai pavimenti realizzati all’esterno, dell’aggiunta del sigillante antimacchia per pavimenti industriali e cucine e della protezione costituita da inerti di granulometria selezionata. Quest’ultima è indispensabile per rendere il pavimento resistente al passaggio di mezzi gommati pesanti, mentre per quelli leggeri basta un indurente ad acqua.

Attenzione però: l’indurente conferisce un effetto opaco al pavimento; per un effetto brillante o lucido occorre un ulteriore strato di resina trasparente. Inoltre con un trattamento mirato si può conferire al pavimento, se richiesta, una classe di reazione al fuoco BFL S1 conforme alle normative UNI EN ISO. L’aggiunta dei trattamenti superficiali comporta un ulteriore impiego di materiale, di tempo e di lavorazioni per finire il pavimento, quindi il prezzo lievita raggiungendo anche i 200 Euro al metro quadro.
Quanto costa pulire i pavimenti in resina

La sostenibilità dei pavimenti in resina: costi nel tempo

La sostenibilità è il grande vantaggio di un pavimento in resina: la durata ventennale, la facilità di pulizia e la manutenzione quasi inesistente fanno si che si risparmi notevolmente sulle risorse naturali e sui materiali, oltre che economiche, con un buon ritorno economico.

Per quanto riguarda lo smaltimento del materiale al momento della demolizione, che si effettua meccanicamente, il pavimento in resina viene portato a discarica e smaltito come rifiuto speciale: ma l’operazione non comporta grossi costi dato lo spessore irrisorio della superficie e la quantità, calcolata al metro-cubo da conteggiare.

Quanto costa pulire un pavimento in resina

Un pavimento in resina é sempre pulito grazie al trattamento antimacchia e anti-abrasivo, costituito da uno strato speciale di resina trasparente. In questo caso per detergerlo basteranno solamente acqua o vapore, anche passati frequentemente, vista la notevole resistenza ai cicli di lavaggio e il basso coefficiente di presa di sporco. Anche la brillantezza, arriverà a un valore > 90 gloss, grazie allo strato trasparente, risparmiando sul costo dei prodotti lucidanti.

Conclusioni: quanto costano i pavimenti in resina al metro quadro?

Ricapitolando: i costi della posa di un pavimento in resina variano secondo le lavorazioni, lo spessore scelto, il trattamento e la presenza di decorazioni al suo interno. In generale l’aggiunta di trattamenti speciali comporta costi aggiuntivi; dal costo del pavimento in resina sono esclusi i lavori edili.